Ottobre 28, 2020

3 giorni al lago Trasimeno: cosa vedere

3 giorni al lago Trasimeno

Il Lago Trasimeno ha origine tettonico alluvionale ed è il lago più antico di tutta l’Italia. Le sue acque raggiungono un massimo di profondità di sei metri ed ha una superficie complessiva di circa 120 chilometri quadrati. È anche il quarto lago più grande d’Italia. Narra la leggenda che moltissimi anni fa, la ninfa chiamata Agilla e che viveva sul lago Umbro, un giorno si innamorò del principe Trasimeno che era figlio del re etrusco Tirreno. I due si sposarono ma tutta la loro felicità durò un solo giorno.

Trasimeno, fece un bagno nel lago, scomparve e non ne uscì più. Agilla disperata da questo evento lo cercò senza successo e terminò i suoi giorni su una barchetta in mezzo al lago. Anche ai giorni d’oggi quando il lago di Trasimeno si tinge di rosso all’ora del tramonto potremo sentire la voce della ninfa che invoca il suo sposo.

Cosa visitare in 3 giorni al lago Trasimeno

Questo lago così pieno di leggende e suggestioni offre davvero tante attività da fare. Infatti potremo avere l’occasione di visitare i meravigliosi borghi che si affacciano direttamente sul lago. E non solo i ben conosciuti e bellissimi Passignano sul Trasimeno o Castiglione del lago, che essendo rinomati sono troppo frequentati sia durante i week end di primavera che anche durante l’estate, ma anche i borghi più piccoli che sono quasi sconosciuti al turismo di massa ma che hanno un fascino davvero irresistibile e che sono rimasti immutati nel tempo.

Sarà anche un’occasione che ci porterà a conoscere la parte più selvaggia del lago, e le sue sponde orientali che sono dominate dalle colline verdi e dai caratteristici uliveti. Se saliremo verso il borgo di Magione dovremo per forza di cose fare una visita alla Torre dei Lambardi che svetta e domina il paese. Il palazzo Comunale invece che è situato in Piazza Fra Giovanni da Pian di Carpine e che conserva dei bellissimi affreschi del pittore perugino Gerardo Dottori.

Proseguendo poi sulla 75 bis del Trasimeno arriveremo poco dopo al paese di Montecolognola che è un borgo in cui dimorano circa 50 persone e che ha una fortezza che risale alla fine del XIII secolo. Dalla porta Nuova potremo accedere alla via principale del paese dove troviamo la chiesa deliziosa di Santa Maria Annunziata con dei bellissimi affreschi anche questi di Gerardo Dottori. Se proseguiremo sulla via arriveremo al Belvedere dopo potremo ammirare in tutto il suo splendore tutto il lago.

Il borgo di Monte del Lago: Se proseguiamo la strada nella direzione del Monte del Lago, scopriremo una stupenda vista che abbraccia tutto il lago. Questa è senza ombra di dubbio la strada più panoramica di tutto il Trasimeno e che se non si conosce difficilmente si può percorrere. Dopo una strada con curve di circa 4 chilometri e che ci donano delle immagini da cartolina, potremo giungere al borgo di Monte del Lago. Il paese è arroccato su una collina che si trova proprio sul lago e la sua fortezza sovrasta tutta la parte est del lago. Questo borgo è minuto ma un tempo era popolato da molte persone, al momento invece è abitato da poche famiglie. Qui ha vissuto per un periodo Vittoria Aganoor, una celebre poetessa armena, assieme a suo marito.