Ottobre 22, 2020

Vacanze in Croazia: quando partire e cosa vedere

Vacanze in Croazia

Slovenia e Croazia sono due repubbliche della ex Jugoslavia che hanno saputo uscire indenni dal crollo della cortina sovietica. Contrariamente ad altre regioni, non si sono scatenate guerre sanguinose, non ci sono stati contrasti ed entrambe sono riuscite ad adattarsi all’occidente. La Croazia, contrariamente alla vicina, però è stata scoperta solo di recente. Ed è una scoperta che la rilancia nel mondo del turismo con merito. Questa terra è un gioiello a pochi passi dall’Italia.

L’attrattiva dei suoi paesaggi e delle città è diventata affascinante da poco, da quando specialmente i giovani hanno capito che meraviglie naturali, ottimi locali e bassi prezzi fanno della Croazia un vero paradiso. La traccia della cultura italiana che qui è rimasta dal XIX secolo, fa sì che la nostra lingua sia ben capita e a volte parlata dalla gente del posto. Questo facilita ulteriormente il turismo da parte dei nostri connazionali, ma non solo da essi.

Quando partire per una vacanza in Croazia

La Croazia ha la strana forma di una U rovesciata. Questo significa che è praticamente divisa in due  aree climatiche e geografiche. Una lunga fascia costiera che scende da Pola fino a Dubrovnik e poi un vasto entroterra che si inoltra nelle montagne tra Zagabria e Vukovar. Questo crea diverse condizioni climatiche, che vanno considerate se programmerete una vacanza qui.

La zona interna non va bene in inverno, quando le temperature scendono notevolmente. Ma se vi piace sciare, la stagione ideale per le piste di Sljieme è proprio quella più fredda. Il resto del Paese, sulla costa, gode di un clima mediterraneo e mite. Il periodo migliore per ammirare i colori spettacolari e le bellezze croate, tuttavia, è quello intermedio: primavera oppure autunno. In estate, da quando il turismo è decollato, i prezzi tendono a salire un po’ troppo, quindi magari scegliere giugno per godervi la costa.

Cosa vedere durante una vacanza in Croazia

Zagabria

La capitale è una delle città più eleganti e belle d’Europa, ma ancora in pochi la scelgono come meta. Chi è stato qui ha amato quei tetti a mosaico, gli edifici candidi dalle grandi finestre, le bellissime chiese della Città Alta, i musei – che sono tanti! – come quello dedicato ai Cuori Spezzati! Il palazzo del Parlamento è un monumento architettonico che fa concorrenza alla cattedrale dell’Assunzione e alla Fortezza Medievale. Ma qui vale la pena di ammirare anche il cimitero Mirogoj, uno dei più belli d’Europa.

Dubrovnik

Detta anche “Ragusa”, è la più meridionale delle città croate. Splendida e antica, situata su una penisola che guarda un mare azzurrissimo, si distingue per le Mura Storiche – set della serie TV “Il Trono di Spade” – per la Fortezza di Lovrijenak, per il Loggiato Sponsa, per i tanti monasteri che la circondano. Se vi trovate qui in estate, salite con la funivia sul Monte Srd, da cui ammirerete un panorama della costa senza eguali!

Fiume

La più italiana delle città croate (che nella lingua locale si chiama Rijeka) vi farà sentire un po’ a casa. Non solo per la cultura e per le architetture, ma anche per il modo di vivere la vita. Tra i monumenti più belli: il castello di Tersatto, l’Arco Romano, la Torre Civica, il Palazzo Adria, la Basilica della Madonna di Tersatto, la maestosa Cattedrale di San Vito.

Il Palazzo di Diocleziano

Questa splendida cittadella antico romana sorge nella città portuale di Spalato, che già di suo è una ricca fonte di arte e di storia. Ma questo palazzo millenario, fondato dall’imperatore di cui porta il nome, è un pezzo raro. Uno dei pochi monumenti romani meglio conservati al mondo, dopo quelli di Roma. Non vedrete un vero palazzo ma soltanto alcune parti della gigantesca reggia che si snoda sul lungomare della città. Nel suo perimetro ammirerete diverse rovine romane, ma anche nuovissimi locali e negozi per lo shopping.

Le Isole

Davanti alla costa croata la terra si sbriciola in decine di isolotti di varie dimensioni. Ce ne sono circa mille, sebbene non tutti siano attrezzati per il turismo o abitati. Le isole più famose e amate dai visitatori sono Pag, dove l’antico e l’estremo moderno si toccano ed è animata di notte e ricca di spunti culturali di giorno; molto bella anche Cres che va visitata a piedi per ammirare meglio le sue bellezze naturali. Le spiagge di Hvar sono frequentate come le sue discoteche. La più misteriosa e lontana invece è Vis.

Le spiagge più belle

Le spiagge più belle della Croazia fanno tremare i Caraibi. Non è un modo di dire, perché qui la natura selvaggia si scatena in altri modi, ma ugualmente con un fascino travolgente. Provate a fare il bagno a Rabac, in Istria, a Zaton o Punta Rata in Dalmazia, a Dubrovnik oppure – per i fondali più belli – a Bishevo e a Vodnjiak. E ovviamente anche nelle isole, come Pag, Cres, Hvar e i loro lidi incantati.

Parchi Nazionali

La Croazia è una delle terre più verdi del continente. Possiede ben 8 parchi nazionali, tutti molto belli da esplorare e ricchi di flora e fauna anche rare, che proiettano in una zona di confine tra la geografia mediterranea e quella nord europea. Vi consigliamo di visitare Plitvice, il grande parco dei laghi, o il parco di Krka dove si possono ammirare alcune delle cascate più incredibili d’Europa. Le Isole Brioni e l’isoletta di Mljet sono anche esse delle riserve nazionali protette.

Sebenico

Non lontano dal parco di Krka, la città di Sebenico non è soltanto un punto di riferimento per gli escursionisti ma un vero piccolo tesoro da scoprire. Non tutti sanno che il suo bellissimo centro storico la fa somigliare più a un borgo peschereccio italiano che ad una città mitteleuropea. Bianca e romanica, sembra quasi una città della Puglia che per errore ha varcato il mare. Da ammirare, qui, le chiese di San Giacomo, Santo Spirito, San Nicola, Santa Barbara. Bellissime anche Piazza Loggia Piccola, la Loggia Grande, le grandi mura medievali e le fortezze costruite durante la dominazione veneziana che si impongono, possenti, alla vista.