Gennaio 23, 2021

Come gli uomini possono prendersi cura dei capelli e ridurre la caduta

La caduta dei capelli è un problema davvero diffuso tra gli uomini, con la calvizie che colpisce circa il 40% della popolazione maschile, secondo quanto rilevato da uno studio condotto dall’istituto Helvetico Sanders. Ovviamente nei casi più gravi bisogna accettare la perdita dei capelli, oppure avvalersi di soluzioni invasive come il trapianto.

Ad ogni modo è fondamentale prevenire la caduta adottando alcune buone pratiche, prendendosi cura dei capelli in modo adeguato ed evitando falsi miti e dicerie senza comprovazione scientifica. Vediamo alcuni consigli utili per migliorare la salute dei capelli, per limitare il diradarsi del cuoio capelluto.

Mangiare sano e integrazione alimentare

La calvizie non si manifesta in modo improvviso, ma prevede una serie di stadi che nel tempo accentuano il diradamento dei capelli. Oggi è sempre più importante rivolgersi subito a un esperto, un tricologo specializzato e qualificato in grado di eseguire un’analisi accurata.

Intervenire prontamente, infatti, permette di arginare la caduta dei capelli, agendo laddove possibile per diminuire la velocità con la quale il cuoio capelluto presenta i primi segnali di sfoltimento. Senza dubbio è fondamentale mangiare in modo sano ed equilibrato, con un apporto adeguato di sostanze essenziali per la salute dei capelli, tra cui le vitamine PP (niacina) e H (biotina).

Se necessario è possibile assumere vitamine e sali minerali utili con l’integrazione alimentare, acquistando prodotti di qualità in grado di aiutare nel rafforzamento del cuoio capelluto e nel contrasto della perdita di capelli. Su questo tema consigliamo la lettura di questa guida ai migliori integratori per capelli del sito web Vitaminanews.it, una risorsa interessante per scoprire le proposte da valutare da parte delle aziende del settore.

La protezione dei capelli contro l’esposizione solare

Se con l’alimentazione e l’integrazione è possibile garantire all’organismo alcune sostanze fondamentali per la salute dei capelli, allo stesso modo è indispensabile proteggerli contro gli agenti atmosferici e in particolare dall’esposizione eccessiva al sole. Come avviene anche per la pelle, il cuoio capelluto è sensibile ai raggi solari e va tutelato, in quanto possono danneggiarsi non solo le punte ma anche il follicolo.

Nel dettaglio, è proprio nel bulbo che avvengono importanti reazioni chimiche responsabili dello sviluppo dei capelli, le quali possono essere compromesse da un irraggiamento solare prolungato. Le conseguenze in questo caso sono diverse, dalla perdita di struttura fino all’indebolimento dei capelli, esponendoli maggiormente allo sfibramento e al rischio di caduta.

Per evitarlo bisogna prima di tutto lavare bene i capelli dopo una giornata in spiaggia o in piscina, affinché non rimangano residui di cloro o di sale sul cuoio capelluto. Il lavaggio deve essere effettuato con shampoo delicati, usando anche balsami ricostituenti, rimanendo all’ombra se possibile nelle ore più calde. Di giorno è opportuno proteggere i capelli, adoperando prodotti per la schermatura solare a base di oli vegetali.

Rimedi naturali contro la perdita dei capelli

Come accennato, quando ci si accorge di una caduta eccessiva di capelli bisogna recarsi da un professionista specializzato, in quanto è indispensabile individuare le cause precise del fenomeno. Soltanto in questo modo è possibile intervenire in maniera consapevole, agendo sui fattori che stanno provocando la perdita di capelli per cercare di limitare il diradamento del cuoio capelluto.

Ad ogni modo, esistono alcuni rimedi naturali utili per prendersi cura dei capelli, da usare per la preparazione di tè e tisane, oppure per impacchi da applicare sulla testa. Tra le migliori soluzioni ci sono la passiflora, molto apprezzata per diminuire lo stress e le conseguenze sulla caduta dei capelli, oppure il biancospino e gli oli essenziali per il nutrimento del cuoio capelluto.

Cosa evitare per limitare la caduta dei capelli

Al pari delle buone pratiche, per contrastare la perdita di capelli bisogna evitare alcuni comportamenti dannosi per la salute del cuoio capelluto, capaci di incidere negativamente sul follicolo e indebolire i capelli aumentandone la caduta. Innanzitutto lo stress è una delle principali cause riconosciute, quindi è necessario cercare di ridurlo laddove possibile, ad esempio dormendo un numero di ore adeguato e prendendosi cura del proprio benessere psicofisico.

Inoltre non bisogna fumare, evitando allo stesso tempo anche il fumo passivo, non sottoporsi a lampade abbronzanti o in tal caso proteggere sempre i capelli. Anche il lavaggio è di fondamentale importanza, da realizzare almeno 3 volte alla settimana, utilizzando se necessario dei prodotti specifici contro la caduta dei capelli, in grado di favorire la produzione naturale di cheratina e garantire il corretto nutrimento del cuoi capelluto.