Ottobre 4, 2022

Cos’è la chemioterapia?

La chemioterapia non è altro che una procedura caratterizzata dalla somministrazione di specifici farmaci, chiamati antiblastici o citotossici. Questi farmaci hanno l’obiettivo di sconfiggere le cellule tumorali e, il trattamento che prevedono, è estremamente lungo e include la somministrazione di più farmaci contemporaneamente selezionati a partire da un range costituito da circa 50 prodotti a disposizione e ampiamente utilizzati nella maggior parte del mondo. La scelta su quale sia la tipologia di trattamento più idonea per un paziente, dipende da tantissimi fattori, primo fra tutti il luogo e lo stadio del tumore. Inoltre bisogna fare delle osservazioni a partire da delle considerazioni sul piano biologico: Queste hanno a che vedere con le caratteristiche proprie dei tessuti neoplastici del corpo. Infine devono essere prese in considerazione le caratteristiche cliniche, come l’età, il sesso e le condizioni generali del paziente.

Perché bisognerebbe fare la chemioterapia?

La chemioterapia è una metodologia pensata per la guarigione dal cancro: per alcune tipologie di cancro infatti, la chemioterapia è in grado di eliminare tutte le cellule tumorali, ottenendo una veloce guarigione. La chemioterapia consente inoltre di ridurre notevolmente la possibilità di recidività, nell’ottica in cui radioterapia o chirurgia possono eliminare le cellule tumorali residue, unite in masse piccole per essere individuate attraverso strumenti diagnostici. Infine la chemioterapia ha la capacità di ridurre le dimensioni e il volume del tumore, garantendo una prolungata prospettiva di sopravvivenza. Nell misura in cui la guarigione non è possibile, come in alcuni casi di malattia di stadio avanzato, la chemioterapia può di fatto essere attuata per ritardare anche la crescita progressiva della malattia, per individuare dunque una possibilità di sopravvivenza aggiunta.

Gli effetti collaterali della chemioterapia

Purtroppo la chemioterapia è un trattamento estremamente invasivo e, nonostante i vantaggi che comporta, numerosi sono gli organi che risentono di questo ingresso all’interno dell’organismo. Gli organi principali che possono risentire della chemioterapia, sono quelli all’interno dei quali le cellule normali si dividono crescendo in maniera esponenziale: esemplari sono la mucosa che riveste la bocca, il nostro apparato digerente, i capelli e il midollo osseo. Oltre queste penalità a scapito di questi organi, si presenta anche la stanchezza in maniera prepotente e prolungata: spesso i pazienti durante la chemioterapia risentono di un calo di energie drastico.
Un altro danno a discapito del nostro corpo per causa della chemioterapia, risiede nella ridotta funzionalità del midollo osseo: la chemio infatti riduce le cellule staminali contenute nel nostro midollo osseo: i nostri globuli bianchi quindi, dedicati alla nostra difesa immunitaria, vengono fortemente compromessi.

Di fronte alle tante precarietà che ancora oggi si riscontrano nella cura contro il cancro, visitare il sito www.sergiolobroso.org consente di informarsi sulla ricerca, sulle nuove cure sperimentali e su una corretta conoscenza del cancro.