Febbraio 2, 2023

Tutti i benefici della curcuma e come assumerla nella dieta

Da spezia molto utilizzata nella cucina indiana e cinese, oggi la curcuma è diventata un ingrediente sempre più presente anche nella dieta di molti italiani. Ciò è legato alle innumerevoli proprietà della curcuma, in grado di offrire tanti benefici per la salute dell’organismo.

Dall’utilizzo in cucina nella preparazione dei piatti, all’assunzione tramite gli integratori alimentari, la curcuma è un prezioso alleato per il benessere del nostro corpo. Scopriamo quali sono tutti i vantaggi per la salute legati a questa spezia e come assumere la curcuma all’interno della dieta.

Le proprietà benefiche della curcuma

La curcuma vanta notevoli qualità benefiche legate alla curcumina, il principio attivo contenuto in questa spezia di origine asiatica. In particolare, la curcumina svolge effetti antiossidanti, antidolorifici, antinfiammatori e depurativi, inoltre migliora la digestione e protegge lo stomaco.

La curcuma viene anche impiegata per tutelare il sistema cardiocircolatorio, in quanto svolge un’azione cardioprotettiva. Effetti positivi sono stati riscontrati anche nella protezione del fegato, nella prevenzione del diabete di tipo 2, nella riduzione del colesterolo e nella stimolazione del metabolismo per supportare la perdita di peso corporeo.

Come si assume la curcuma

La curcuma può essere assunta fresca nella forma di spezia, con cui condire una serie di pietanze e piatti, oppure come integratore alimentare. In quest’ultimo caso è possibile acquistare prodotti di qualità online su siti come FarmaGevi, dove trovare un’ampia scelta di integratori delle migliori marche, tra cui integratori di curcuma realizzati con ingredienti di origine vegetale e sviluppati presso laboratori certificati.

Ovviamente esistono tantissime ricette con la curcuma, ideali per chi desidera usare questa spezia fresca e usufruire di tutte le sue proprietà nutrizionali. Si tratta ad esempio del pollo al curry, un piatto tipico indiano che tra i condimenti prevede proprio la curcuma, oppure una zuppa di lenticchie da aromatizzare con un cucchiaino di curcuma in polvere.

La curcuma negli integratori si trova spesso come isolamento del principio attivo della curcumina, in questo modo è possibile beneficiare delle innumerevoli proprietà di questa sostanza in modo diretto. Gli studi scientifici a riguardo sono piuttosto discordanti, infatti se alcune ricerche consigliano di assumere la curcuma fresca, altre invece indicano nella curcumina l’opzione migliore per la salute dell’organismo.

Ad ogni modo, la soluzione migliore è sempre quella di partire da una dieta equilibrata e sana, magari inserendo anche la curcuma per condire alcuni piatti e realizzare delle ricette dal gusto un po’ orientale. Allo stesso tempo, ove consigliato dal proprio medico è possibile complementare l’alimentazione con un integratore di curcuma, ricordandosi di rispettare la dose massima di 2-4 grammi al giorno.

Come assimilare la curcumina

Quando si sceglie di utilizzare un integratore di curcuma, ovvero un prodotto contenente il principio attivo della curcumina, è opportuno adottare alcuni accorgimenti. Trattandosi di una sostanza liposolubile, infatti, la- curcumina può essere assimilata meglio se viene consumata insieme a dei cibi grassi, associandola ad alimenti che ne favoriscono l’integrazione dell’organismo.

Tra i cibi più efficaci per l’assunzione della curcumina ci sono le noci, il salmone, l’olio extravergine d’oliva, l’avocado e l’olio di semi di lino. Altri alimenti utili sono quelli che contengono la quercetina, un flavonoide con proprietà antiossidanti, tra cui gli agrumi, le mele, il sedano, la cipolla rossa e i capperi, ma anche il peperoncino e il pepe.

Le proprietà nutrizionali della curcuma

Oltre ad essere una spezia benefica per il benessere e la salute dell’organismo, la curcuma vanta anche delle ottime caratteristiche nutrizionali. È infatti un alimento ricco di carboidrati, ma anche una buona fonte di proteine, fibre e grassi monoinsaturi, sostanze fondamentali per il corretto funzionamento del nostro corpo.

La curcuma apporta anche importanti micronutrienti, come le vitamine E, C, B3 e B6, compresi microelementi essenziali per la salute come potassio, fosforo, magnesio e calcio, con quantità minori di minerali come ferro, sodio e zinco. La curcuma è anche una fonte di qualità di oli essenziali, elementi con funzioni antiossidanti che contribuiscono alla protezione dell’organismo.