Maggio 30, 2024

Lettura dei tarocchi: tutto quello che bisogna sapere per indagare la vita

I tarocchi sono una forma di divinazione molto antica, una pratica che nel corso dei secoli ha assunto un ruolo fondamentale nel mondo esoterico. Affascinanti e misteriosi, i tarocchi sono composti da un mazzo di carte formato da 56 Arcani minori e 22 Arcani maggiori, con i primi esemplari apparsi nel Nord Italia che risalgono addirittura al XV secolo.

Oggi ovviamente i tarocchi si sono evoluti, infatti è possibile avvalersi di servizi online per la lettura dei tarocchi come quelli offerti dal sito Consultodicartomanzia.it, ottenendo un valido aiuto nei momenti di difficoltà per comprendere e prevedere determinati accadimenti. Sul portale è possibile usufruire di un consulto di cartomanzia professionale, trovando le migliori cartomanti esperte nella lettura dei tarocchi per indagare i fatti di soldi, di salute o di cuore.

Uno dei metodi di lettura più utilizzati dalle cartomanti è il gioco della Croce Semplice, anche detto Croce di With dal suo ideatore Oswald With, con il quale è possibile analizzare un problema e ricevere un suggerimento utile dalle carte. In questo caso si usano i 5 Arcani maggiori estratti secondo un ordine specifico, mischiando le carte in onore dei Pianeti per capire delle situazioni complesse della quotidianità e affrontare meglio alcuni aspetti della vita, come le questioni amorose o quelle economiche.

Come si leggono i tarocchi: le regole principali

I tarocchi prevedono l’utilizzo di 78 carte: i 22 Arcani maggiori o Trionfi comprendono 21 carte numerate e una senza numero chiamata il Matto, mentre i 56 Arcani minori sono divisi in quattro semi (spade, bastoni, denari e coppe) che rappresentano gli elementi fondamentali (fuoco, terra, aria e acqua). Nei tarocchi la cartomante decide quali carte usare per effettuare la lettura, con la possibilità di impiegare appena gli Arcani maggiori o anche quelli minori.

In generale, gli Arcani maggiori rappresentano l’universo, mentre quelli minori sono indispensabili per comprendere meglio le sfumature dell’esistenza e realizzare una lettura più completa e accurata, tuttavia sono anche più difficili da comprendere. A prescindere dalla tecnica utilizzata dalla cartomante, esistono comunque delle regole comuni che bisogna conoscere. Una di queste prevede la necessità che il consultante ponga una domanda alla cartomante, oppure esponga degli accadimenti che desidera chiarire con l’aiuto dei tarocchi.

Inoltre, prima di ogni lettura è necessario mischiare bene il mazzo di carte, un’operazione che nei consulti telefonici viene realizzata solamente dalla cartomante, ma in quelli di persona è effettuata sia dalla professionista che dal consultante. Un’altra regola comune prevede che sia il consultante a scegliere le carte coperte, dopodiché verranno posizionate in un modo specifico dalla cartomante per poi procedere con la lettura. Infine, le carte vanno sempre lette rispettando un ordine preciso, per evitare di fare confusione e commettere errori nell’interpretazione dei tarocchi.

Il significato delle principali carte dei tarocchi

Per effettuare la lettura dei tarocchi bisogna innanzitutto conoscere il significato delle carte. Partendo dagli Arcani maggiori, una delle carte più importanti è il Matto, riconducibile all’imprevedibilità del destino, all’insicurezza e alle ossessioni. Il Bagatto invece si riferisce all’iniziativa e alla volontà, una carta positiva e favorevole che può indicare anche l’inizio di una relazione. Una carta rilevante è anche quella della Papessa, che può assumere sia significati positivi che negativi, mentre l’Imperatrice segnala la maternità, la creatività e l’intelligenza.

C’è poi la carta dell’Innamorato, un Arcano maggiore che rappresenta l’amore, l’ottimismo e la generosità verso gli altri. La Giustizia, invece, significa correttezza, virtù e imparzialità, una carta che al rovescio si riferisce a un sopruso, una scorrettezza o un’ingiustizia. Tra i 22 Arcani maggiori si trova anche la Morte, la carta che più di tutte incute timore nella lettura dei tarocchi. Eppure, non rappresenta necessariamente un aspetto negativo e sfavorevole, ma indica il rinnovamento e l’influenza sulla vita dei defunti, benché al contrario sia associabile alla perdita dell’onore, al pessimismo e a un incidente grave.

Per quanto riguarda gli Arcani minori la questione diventa più complessa, soprattutto nell’interpretazione delle relazioni di queste carte con gli Arcani maggiori. In linea generale, i bastoni sono l’emblema della forza e del comando, le coppe si riferiscono alla femminilità, i denari al potere economico e alla conoscenza, mentre le spade simboleggiano l’imposizione del potere anche con la forza e l’aggressività, con un preciso significato per ognuna delle singole carte degli Arcani minori a prescindere dal seme a cui appartengono.