Settembre 24, 2020

Dove richiedere un prestito a Perugia

Il sistema creditizio ha risentito in questi ultimi decenni dell’andamento economico generale. Dai tempi della riforma Biagi fino ai giorni nostri con la modifica dello statuto dei lavoratori, il lavoro non è più un solido presupposto per garantire una qualsiasi forma di finanziamento.
Il territorio umbro e quello Perugino in particolare, oltre alla crisi economica, il venir meno di alcuni settori strategici che facevano della città un polo strategico industriale si è dovuto confrontare anche con le problematiche collegate al terremoto che hanno ulteriormente rallentato l’economia e creato non poche problematiche al patrimonio immobiliare, deprezzandolo.

Nuova fase del sistema creditizio a Perugia

Con un avvio organico della ricostruzione, si è dato il rilancio all’economia garantendo stabilità di azione e tutto il sistema produttivo ne sta risentendo positivamente anche per un organico rilancio del marchio umbro. Il sistema creditizio si muove di pari passo e anche l’offerta collegata ai prestiti.

Come richiedere un prestito a Perugia

Esistono prevalentemente due possibilità per richiedere un prestito a Perugia, la prima collegata alle garanzie stipendiale, la seconda motivata dall’esigenza di fare investimenti, ristrutturazioni della casa, con apposite garanzie da produrre.

Gli statali

Per gli statali le opportunità sono molteplici, ci sono diversi strumenti per accedere a un prestito, il primo consiste nel richiederlo allo stesso ente che tratta gli emolumenti, nel caso degli insegnati per esempio, possono richiedere un prestito direttamente all’INPDAP (ora inglobata INPS), il quale eroga la somma richiesta e trattiene la rata pattuita sullo stipendio (fino a un massimo del quinto). E’ possibile richiedere il prestito a un istituto bancario con sede fisica a Perugia e che opera anche online. In questo caso gli interessi applicati sono più alti, trattandosi di società di finanziamento private.

Nuove tendenze per richiedere un prestito a Perugia

Per dare impulso al sistema produttivo perugino e all’intera regione, si sono implementati una serie servizi collegati alle nuove tecnologie che operano nell’innovativo settore fintech per creare un sistema creditizio molto veloce con prestiti erogabili come da campagne promozionali in 48 ore.
Il sistema sta riscuotendo un crescente successo in Umbria e nel suo capoluogo, si tratta di un procedura di richiesta davvero semplificata dal punto di vista burocratico evasa online e che in caso favorevole eroga il finanziamento entro due giorni dalla richiesta.

I vantaggi

I vantaggi sono evidenti per entrambi le parti, l’utente accede al prestito con tempi rapidi, dovendo produrre minori garanzie, evitando lungaggini e continue operazioni agli sportelli, mentre il sistema creditizio ha un notevole risparmio suo costi vivi potendo ridurre il personale considerata la totale operatività digitale.

Limiti e svantaggi

I costi e gli interessi sono necessariamente maggiori, il sistema creditizio ha un rischio superiore rispetto a delle pratiche di credito con maggiori garanzie a supporto.

I requisiti per richiedere il prestito veloce

Esistono della garanzie da produrre e sono:

  • Busta paga o pensione;
  • I lavoratori autonomi per accedere al prestito devono produrre una probante documentazione a supporto del piano di rientro;
  • Vengono esclusi gli iscritti al CRIF come cattivi pagatori.

Alcune proposte di prestito a Perugia

Tutte le proposte presentate hanno una peculiarità, la velocità dell’erogazione e la totale procedura telematica. Le offerte provengono da grandi istituti di credito e bancari che stanno sviluppando molto il sistema del fintech. Operando una veloce ricerca in internet è possibile trovare tantissime operazioni per un prestito veloce a testimonianza della vitalità delle richieste e del comparto a Perugia.

Ecco una selezione delle più convenienti presenti sulla rete:

IBL Banca

Si può richiedere un importo di 5 mila euro da restituire in 5 anni con una rata mensile di 99,52€.
La spesa complessiva del prestito al termine del rientro sarà di 1434,48 aggiunti ai 5.000 € da restituire, ne dettaglio costituita da 971,2 € d’interessi, 450 per l’istruttoria e 13,28 per l’imposta allo stato.
Il TAN fisso è pari al 4,70%.
Possono richiedere il prestito senza lacuna motivazione sulla destinazione, trattandosi di mera liquidità, gli statali e i corpi armati.

BNL (Banca Nazionale del Lavoro)

L’istituto bancario e creditizio offre a chi a Perugia sia alla ricerca di liquidità è ha bisogno di un prestito veloce di 5.000 € da restituire in cinque anni con una rata mensile di 106,10€, con un TAN fisso all’8,75%.
Gli interessi calcolati alla fine del rientro sono pari a 1.360 € sommati all’imposta di 12,85€ e alle spese d’istruttoria di 128,53€.
Il prestito personale della BNL è concesso agli statali e anche ai lavoratori autonomi, in grado di motivarne l’uso: ristrutturazioni, acquisto auto o elettrodomestici e finanziamento vacanze.

Credipass

Credipass concede prestiti personali per gli abitanti di Perugia da 5.000 ai 10.000 fino ai 50.000 euro con ammortamento dai 5 ai 10 anni.
Per un finanziamento veloce di 5.000 euro e un rientro su 5 anni la rata è pari a 91,86€ con TAN al 3,90% TAEG al 5,93%.

Gli interessi finali calcolati su 60 mensilità sono pari a 511,6€ ai quali occorre sommare l’imposta statale di 12,85€ e le spese d’istruttoria di istruttoria sono di 675€.

La procedura online consente dia vere un preventivo in un solo giorno lavorativo anche in caso di esito negativo. L’istituto finanziario consente agli abitanti di Perugia di poter effettuare la richiesta di prestito veloce avendo a disposizione un reddito fisso indeterminato, oppure un cedolino di pensione.

Unica differenza dalle altre due opzioni consiste nel fatto che la firma del contratto e alcuni adempimenti burocratici vanno sbrigati in filiale: presentazione del documento di riconoscimento, consegna delle buste paga, cedolino pensione, CUD e codice fiscale.