Ottobre 25, 2020

Vacanze in Belgio: quando partire e cosa vedere

Vacanze in Belgio

Fino agli anni Novanta del secolo scorso, il Belgio era percepito dagli europei e dai turisti del resto del mondo come “il Paese noioso”. Era visto attraverso le sue nebbie, le eterne piogge, come un luogo antico, silenzioso, pieno di musei polverosi e con gente chiusa in casa a non far nulla. La moda di quel decennio, invece, ha aperto gli occhi di tutti sulla bellezza e le contraddizioni di questo Paese.

Piccolo, diviso in due da culture e lingue diverse (francese a sud, olandese a nord), fu scelto un secolo fa come cuore della neonata Europa Unita e infatti Bruxelles ospita i centri direzionali dell’Unione. I giovani, però, lo hanno riscoperto anche sotto altri aspetti: i pub, i locali di musica live, i locali alternativi, gli eventi sono tutt’altro che noiosi e insipidi. Il Belgio stupisce, cattura e coinvolge. E se lo si conosce davvero bene non si potrà più dimenticare.

Le bellissime città, con i quartieri della movida e i centri culturali, le campagne romantiche,  c’è anche una costa con spiagge che in estate possono diventare meta di vacanza, tra una pioggia e l’altra. Ma anche la pioggia, elemento inscindibile del Belgio, può diventare attrazione turistica ed essere vissuta con divertimento.

Quando partire per una vacanza in Belgio

La stagione unica da consigliare a chi parte per il Belgio è l’estate. Ma anche la tarda primavera, come alternativa. In un Paese umido e piovoso occorre trovare la stagione con le temperature migliori e in Belgio queste si trovano tra maggio e settembre. In certe settimane di mezza estate le pianure possono produrre un caldo umido molto intenso e fastidioso, ma di base si mantengono basse e consentono quindi una vacanza “fresca” e accessibile.

L’estate è il momento migliore per andare alla scoperta delle città e delle spiagge del Belgio. Le sere sembrano non finire mai e i locali assecondano la voglia di divertimento dei turisti. Anche le zone di campagna sono belle da visitare in estate. Per i più romantici anche in autunno si può scoprire un Belgio diverso e affascinante… ma senza esagerare!

Cosa vedere durante una vacanza in Belgio

Bruxelles

La capitale del Belgio e dell’intera Europa è una città che tende verso l’alto. Tutto, qui, rende l’idea di una spinta verso il cielo che rende ogni costruzione elegante e grandiosa. La spettacolare torre civica del Municipio che svetta su tutto il panorama cittadino è solo un esempio, ripreso dai campanili di Saint Michel e dalle logge e guglie della Casa del Re (in realtà un antico mercato coperto) e di Notre Dame du Sablon. Ma a Bruxelles sono da ammirare anche l’imponente Palazzo Reale, il Castello di Laeken, la Statua di Europa, il Monumento all’Atomo, il Parco del Cinquantenario e il parco a tema Europa in Miniatura. Nel Quartiere Europeo si trovano gli edifici degli organi principali che reggono l’Unione. La vita notturna si snoda tra Place St Gery, il quartiere Marolle e la zona di Matonge.

Anversa

Pur essendo uno dei porti più moderni del mondo Anversa è una città d’altri tempi. Il suo centro storico è un insieme di bellezze di pietra che ricordano l’architettura olandese, da cui la città è stata influenzata data la vicinanza geografica. Bellissimo il castello Het Steen, imponenti le Case delle Corporazioni che dominano la piazza del Groote Markt. La trecentesca cattedrale di Notre Dame vi lascerà senza fiato, con la torre campanaria alta 123 metri, forse il campanile più alto di tutta Europa! Una decina i musei cittadini che raccolgono testimonianze storiche e artistiche del Belgio del nord e delle forti caratteristiche culturali germaniche che lo contraddistinguono.

Bruges

Detta da molti “la Venezia del nord”, Bruges è circondata dalle acque di sorgenti che si incanalano nel centro storico in romantici canali. Più vicina alla visione di una città olandese, questa località ha un’aura magica che la rende molto amata dai turisti. Navigando sui Reien (i canali) silenziosi, scoprirete lentamente le sue bellezze: piazza del Mercato, piazza Burg, il Municipio, la Cattedrale del Salvatore, la chiesa di Nostra Signora, la Basilica del Santo Sangue, il museo delle Ceramiche. E se volete davvero qualcosa di originale, a Bruges sorge forse l’unico Museo delle Patatine Fritte del mondo!

Ostenda e le spiagge del nord

Città balneare per storia e tradizione, Ostenda ha un solo unico grande monumento: il suo lungomare, contornato da case antiche e molto alte che dominano una spiaggai enorme, chilometrica. Il mare è lontanissimo, bisogna camminare sulla spiaggia a lungo per bagnarsi i piedi, e questo fa sì che non ci siano limiti – in estate – all’accoglienza di bagnanti. La città è organizzata con lidi e locali per offrire i servizi base a tutti. Nei dintorni sorgono alcune delle spiagge più belle del Paese: Knokke, De Panne, Blackenberge per citare solo le più famose.

Le Fiandre

La regione settentrionale del Belgio, la più olandese, è diventata famosa nel mondo sia per la produzione dell’omonimo tessuto sia per la grande fioritura di artisti tra il XV e il XVII secolo. L’arte “fiamminga” è nata qui, così come la pittura a olio e la prospettiva dei dipinti moderni. Qui ci sono i paesaggi di luce e acqua che ritroviamo nelle opere d’arte più famose e tutto ha un fascino particolare: le città, le campagne immerse nella bruma, le spiagge sterminate. Le Fiandre fanno capo ad Anversa e a Bruges, quanto a centri urbani di riferimento.

Liegi la francese

Tutto un altro panorama quello di Liegi, a sud. Qui è l’influenza francese a dipingere la città, che infatti non somiglia affatto ai capoluoghi fiamminghi. Gotico e romanico qui si mescolano a un tocco barocco, come si ammira nelle bellissime e numerose chiese locali. Lo spettacolo architettonico qui è il palazzo dei Principi-Vescovi: solo a guardare la sua grandezza si pensa già a Versailles, che ricorda anche nel colore dei tetti e nella forma architettonica di pilastri e finestre. Non mancate di passeggiare lungo Avenue Roma, un viale dedicato alla nostra capitale in onore alla nutrita comunità italiana che forma questa città.