Ottobre 25, 2020

Investire in Umbria: le migliori opportunità

Investire in Umbria

L’Umbria è sempre stata una delle regioni più gettonate per investire nello stivale, il territorio umbro ha fatto della culto del buon vivere una sua eccellenza.
È stata la meta ambita del “buon ritiro” per chiunque volesse scegliere una dimora immersa nel verde delle sue colline.
I grandi estimatori del territorio umbro provengono da tutto il mondo è non è mai stato solo un fenomeno italiano, pensiamo ai tanti che hanno scelto l’Umbria provenendo dall’Inghilterra o dagli Stati Uniti d’America. Con i drammatici eventi sismici di alcuni anni fa, questo sentimento si è un po’ affievolito, ma oggi c’è una netta inversione di tendenza e l’Umbria è una delle migliori opportunità per rinvestire, lo dicono molti indicatori economici e alcuni studi pubblicati anche in rete.
Il nuovo processo che vede l’Umbria ai primi posti come attrattore per gli investimenti è alimentato anche da una mirata politica nazionale e regionale.

I dati pubblicati da ONIT

Secondo uno studio NOMISMA commissionato dall’Osservatorio Nazionale Immobiliare Turistico, i tanti turisti che negli ultimi tre anni, dopo aver visitato l’Umbria hanno scelto di acquistare una casa, lo fanno sia per la sua incommensurabile bellezza e per i suoi paesaggi e anche per i prezzi davvero convenienti.
I prezzi delle case vacanze in Umbria sono scesi del 4.5% rispetto agli anni precedenti, mentre il calo del dato complessivo annuo nazionale è del
2,5%. Un dato che paragonato a località turistiche similari è ancora più alto rendendo l’Umbria davvero attrattiva e conveniente per chiunque voglia investire.

Costi competitivi

Le città più ambite per gli investitori sono anche le più belle in assoluto: Spello, Orvieto, Assisi, Norcia e ovviamente Perugia.
I prezzi medi per l’acquisto di una casa vacanza al metro quadrato sono oggi davvero bassi rispetto a 5 anni fa:

  • costo case di livello alto in località ambite: 1.200 a un massimo di 3.000€;
  • in zona centrale e con case nuove: il prezzo va dai 900€ ai 2.000€ al metro quadrato;
  • per l’usato in periferia: da 600€ a 1.200€ al metro quadrato.

Ragioni della competitività

La diminuzione del costo del mattone dipende sicuramente dalla instabilità emotiva determinata dalla crisi sismica e anche dalla pessima pubblicità fatta da alcuni casi di cronaca che hanno indebolito il mercato soprattutto americano.
Ora il mercato è in ripresa, ma l’Umbria consente di trovare dei prezzi competitivi soprattutto se rapportati al contesto e alla bellezza del luogo.

Gli incentivi regionali

Il piano regionale di politica patrimoniale (art. 3 L.R.14/97) ha svolto una importante azione di promozione in una fase di grande flessione del mercato umbro.
L’ufficio Sviluppumbria negli anni ha realizzato una serie di proposte per attrarre investitori in Umbria, sia nel settore turistico, ricettivo, produttivo e residenziale.
Sono stati redatti dei bandi in agricoltura per la ricostruzione e il rifacimento di antichi casolari che hanno attratto investitori mondiale con offerte vantaggiose.

La crisi è un opportunità?

La crisi degli investimenti e del mercato immobiliare, da cui lentamente l’Italia prova a uscire, oggi può essere una buona occasione per investire in Umbria dalla sicura redditività futura.

Perché scegliere l’Umbria

L’Umbria nonostante le note difficoltà degli ultimi lustri, è sempre ai primi posti negli indicatori italiani dove si vive meglio, la sua nota bellezza e soprattutto la centralità e la facilità con la quale si può raggiungere la capitale d’Italia, ne fanno un investimento garantito dalla certa resa. In economia si sa che se un prodotto è molto deprezzato come avviene oggi per un bellissimo casolare sulla collina umbra, questa condizione è solo temporanea e non definitiva. L’Umbria pur non avendo il mare ha la capacità di concentrare sul suo territorio tutto quello che dal punto di vista identitario la bellezza italiana richiama: il paesaggio, l’arte, la cultura, i borghi, il buon vivere e il mangiare.

Alcune località dove investire in Umbria

Il capoluogo è una meta certificata, consente di avere a disposizioni tutti i servizi della città con la tradizione umbra. Il centro storico è di una bellezza unica, lo si può raggiungere con una delle tante scale mobili.
Perugia ha le scale mobili pubbliche più lunghe d’Europa.
Comprando casa in prossimità del centro storico si può fare a meno dell’auto, tutte le scale mobili sono vicine ad ampi parcheggi.

Spello è un gioiellino anche se è un paese popoloso, è uno dei borghi più belli d’Italia certificato dall’ANCI e dal Touring Club. Un immobile comprato oggi o un investimento effettuato in una fase in cui il metro quadrato è sceso a meno di 2.000€ è una opzione unica che sarà rivalutato su una scala temporale di piccolo o medio termine.

Norcia, è la vera scommessa per chi vuole investire in Umbria, oggi è in fase di completa ricostruzione, alcune zone sono ancora lacerate e non in buone condizioni.
La sua bellezza però è ancora intatta tra i tanti cantieri e ponteggi, il suo corso fatto di pietre e il profumo delle tante norcinerie sono immutati e continuano a effondere le loro fragranze per sempre.
Ecco perché un investimento anche in zone periferiche, oggi, è un risultato sicuro per il domani.

Sono tantissimi gli stranieri che stanno investendo, come sono tante le ragioni per investire in Umbria, un momento unico per coronare il sogno di avere una casa vacanza nella regione slow del mondo e anche la più italiana.