Agosto 2, 2021

Lanugine da imbottiture: che cos’è il capoc? Come si ottiene?

lanugine da imbottiture

Se si sta cercando un modo per riempire quei cuscini vecchi a cui si tiene affettivamente o se l’obbiettivo è di imbottire una bambola di pezza o tappare qualche buco qua e la, la risposta è nel Kapok: una fibra molto densa che ricorda la consistenza della lana ma al 100% vegetale. Questa fibra è anallergica e molto resistente ai microbi e acari della polvere e in più , allontana ogni sorta di umidità. Insomma un materiale perfetto per tutti coloro che soffrono di allergie o che cercano prodotti di qualità nettamente superiore. Ma cosa è il Kapok? Da dove deriva?

Il Kapok: cosa è?

Il Kapok è un materiale del tutto naturale simile alla lanuggine che si usa per imbottire divani, poltrone, cuscini o peluche ma con moltissime qualità naturali che derivano proprio dal suo frutto. Infatti il kapok viene estratto dai frutti di un albero che cresce soprattutto nei territori del Sud America chiamato “Ceiba Pentandra” appartenente alla famiglia delle Bombacee. Il Ceiba Pentandra è un albero che può raggiungere i 60 metri di altezza e veniva considerato sacro nella mitologia Maya. Il frutto che ne esce produce una fibra densa con una forma a nuvola che poi lavorata attentamente diventa utilizzabile per produrre l’imbottitura di diversi oggetti per la casa. La caratteristica particolare che appartiene al kapok sta proprio nella sua lana vegetale: la sua densità la rende la fibra più leggere al mondo! Proprio per questo motivo per anni è stato impossibile usare il Kapok anche nel mondo tessile per la creazione di vestiti. Oggi con le nuove tecnologie e macchine moderne si sono riusciti a realizzare pantaloni in Kapok ma la commercializzazione è molto rara quindi continua a prevalerne l’uso per il processo di imbottitura.

Proprietà e vantaggi

L’albero di Ceiba Pentandra cresce nelle zone pluviali ed è molto facile da coltivare perchè non richiede il controllo di nessuno ne tanto meno pesticidi o altri elementi dannosi. La raccolta della fibra che produce, viene fatta a mano dai contadini del posto e poi spedita per la fase della lavorazione. Quindi acquistare cuscini o altri oggetti simili per la casa non solo aiuta l’ambiente rendendolo meno inquinato , ma contribuisce anche nell’alzare il livello della vita quotidiana: la qualità del sonno migliorerà grazie alla sua naturale morbidezza che lo rende famoso anche nel mondo della meditazione, le sue proprietà anallergiche e antimicrobiche proteggono il sonno da fastidiosi starnuti e reazioni allergiche e infine, il rigetto spontaneo dell’umidità contribuisce a mantenere il proprio cuscino al fresco per tutta la notte. I vantaggi sono tanti e tutti convenienti, rimane solo di scegliere quello più adatto alle proprie esigenze e godersene i benefici!