Ottobre 4, 2022

Icone sacre: origini, tradizioni, significato, simbolismo

Le icone sacre sono delle immagini religiose dal significato profondo e punto di riferimento per i cristiani che vogliono circondarsi di immagini raffiguranti l’oggetto della propria fede.

Considerate vere e proprie opere d’arte, soprattutto quelle autentiche come le icone russe, le icone greche, le icone bizantine, sono generalmente fatte a mano e lavorate artigianalmente.

Le icone originali impreziosiscono gli ambienti e sono perfette per arredare con gusto e stile ricercato la casa, oltre che infondere un’atmosfera mistica suggestiva data dal significato simbolico che le contraddistingue.

Puoi acquistare icone cristiane online icone dipinte a mano con il metodo tradizionale, icone antiche russe, icone moderne, icone bizantine munite di certificato di garanzia e di provenienza e realizzate a mano da abili artigiani.

Origini e tradizioni delle icone sacre

Il termine icona sacra trae origine dal greco e vuol dire immagine religiosa. La nascita delle icone risale intorno al IV secolo, periodo in cui c’era ancora unione fra la chiesa orientale e quella occidentale. Proprio per questo le icone rappresentano un patrimonio per tutta la cristianità, una forma d’arte unica per manifestare in modo profondo la propria fede.

Tuttavia, la nascita delle icone ha origini più remote, che risalgono addirittura alla preistoria, quando gli erano soliti comunicare con le divinità attraverso le immagini. L’intento, ad ogni modo, era sempre quello di avvicinarsi alla divinità tramite il soggetto dipinto.

Nelle icone sacre gli artisti tendono a mettere in primo piano la grandezza di Dio che narrano mediante l’arte.Gesù, la Vergine Maria, i Santi e le altre divinità vengono raffigurate per rendere reale la visione prediletta e sentirla più vicina.

Per il cristiano la funzione dell’icona è fondamentale per rappresentare il valore e il significato dei segni del mistero e consente di vedere la parola del Signore con i propri occhi. L’icona diventa dunque un punto di riferimento, uno strumento per entrare in  comunione con Dio.

Intese come segno sacramentale, le icone sacre fanno parte della simbologia liturgica in quanto evocano la presenza divina. La tradizione vuole che vengano scelte per arredare le case e destinare un’area alla preghiera, ma anche nelle strade vengono disegnate le figure dei Santi per celebrare il mistero della divinità cristiana.

Vari tipi di icone sacre raffiguranti varie divinità

Le icone russe antiche sono dei veri capolavori, sono in assoluto le più famose e le più ricercate perché ritenute le più prestigiose per via delle modalità di realizzazione esclusive. Fra i soggetti ricorrenti vi sono Maria Vergine e San Nicola di Myra.Molto belle e preziose sono anche le icone russe dipinte a mano secondo il metodo tradizionale.

Anche le icone di provenienza rumena sono realizzate a mano e dipinte su tavola di legno con la tecnica della foglia d’oro e tempera. I soggetti delle icone rumene sono legati spesso a Maria, che viene raffigurata come Madre di Dio di Tolga, a Gesù raffigurato come Buon Pastore, ma non mancano le raffigurazioni della Sacra Famiglia e di santi e martiri.

Particolari sono le icone sacre a croce, di varia provenienza, come quelle della scuole russe di di Palekh e Mstera, oppure della Grecia e della Romania. Dipinti a mano o serigrafati, i crocifissi icona sono realizzati secondo le antiche regole dell’iconografia bizantino.

Bellissime anche le icone polacche e greche ricoperte con riza in metallo, anche queste realizzate e dipinte a mano da esperti artigiani ortodossi e secondo le regole dell’arte iconografica bizantina.