Maggio 23, 2022

Levrieri afgani: che carattere hanno? Cosa si sa di questa razza?

cani

Il levriero afgano è uno dei cani più eleganti e antichi del mondo. Il suo mantello lungo e lucido lo rende una razza adatta per chi ama partecipare a gare di esposizione e agility. Dall’apparente carattere altezzoso e timido, in realtà questa razza si rivela una vera e propria giocherellona, adatta per la vita in famiglia e per stare accanto ai bambini. Non è amante, invece, della convivenza con i gatti. Le particolarità di questa razza, che la rendono anche poco diffusa, porta ad aumentare il costo dei cuccioli. Si parte da circa 2500 euro per arrivare anche a 5000 euro. Vediamo insieme cosa si conosce dei levrieri afgani e di come prendersene cura.

Levriero afgano carattere

I levrieri afgani, inizialmente venivano adoperati come cani da caccia o cani pastore, proprio per via della loro velocità. Si stima che possano superare anche i 50km/h. Sono cani utilizzati anche nelle gare di corsa amatoriali, proprio perché amano molto la libertà e l’aria aperta. Infatti, i levrieri afgani, hanno un carattere molto vivace e necessitano di correre spesso in spazi aperti, di conseguenza, nonostante siano adatti anche alla vita in appartamento, bisogna però concedergli almeno qualche ora al giorno per sfogarsi. Tale vivacità, non va infatti repressa in alcun modo, bensì stimolata e assecondata.

Il suo mantello, elegante e sinuoso, sarà ancor più bello vederlo svolazzare all’aria aperta. Per chi, infatti, decidesse di accogliere in famiglia questa razza, la soluzione ideale sarebbe quella di avere una casa con un giardino, per permettergli di godere del verde ogni volta che vorrà, senza però rinunciare alla vicinanza con la sua famiglia. Si consiglia, comunque, di farsi aiutare da un addestratore esperto, per entrare in totale sintonia con il cane e stargli accanto nel modo migliore.

Levrieri afgani cure

Scegliere di far entrare in famiglia questa razza è una vera fortuna, soprattutto per i più piccoli, proprio grazie al carattere vivace e giocherellone. Ricordiamo, però, che è un cane che deve ricevere cure costanti. Oltre al bisogno di movimento, che, come abbiamo detto, va assecondato e non è possibile eliminarlo, anche il suo mantello deve essere curato affinché resti lucente e in ordine. Sarà compito del padrone, spazzolarlo spesso e portarlo da un tosatore professionista una volta ogni 3 mesi, per far si che il pelo resti sempre della giusta lunghezza e si mantenga pulito.

Nonostante la sua folta chioma, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, questa razza non perde pelo, e non essendo dotato di sottopelo non emette nemmeno cattivo odore. Quindi, se mantenuto in modo corretto, è un cane perfetto. Ma, ovviamente, non avendo il sottopelo ed essendo un cane particolarmente slanciato, soffre il freddo, quindi il consiglio è di tenerlo al coperto e riparato soprattutto con le basse temperature. Inoltre, è un cane soggetto ad allergie e alla displasia dell’anca.

Alimentazione

Trattandosi di un cane delicato, il consiglio è quello di garantirgli un’alimentazione sana e bilanciata, parlandone prima con un veterinario esperto. Nonostante sia un cane leggero, rientra, comunque nelle taglie grandi. I maschi possono avere una altezza che parte dai 65 cm fino ad arrivare ai 75 cm, per un peso di 35 kg. La femmina, invece, di taglia più piccola, può raggiungere un’altezza massima di 70 cm, e un peso di circa 20 kg. I pasti, dovrebbero sempre essere divisi in più porzioni e dati a distanza tra loro.