Giugno 24, 2024

Lettino Montessori: caratteristiche di un letto a misura di bambino

Uno strumento molto importante nell’ambiente Montessori che i genitori possono facilmente introdurre nella stanza del proprio bambino è il lettino montessoriano. Scopriamo insieme le caratteristiche che differenziano i letti montessoriani da quelli tradizionali che possono essere acquistati nei grandi negozi per bambini.

Le caratteristiche dei letti montessoriani

La caratteristica principale di un lettino montessori per neonato è la sua altezza. Questo letto è alto tanto quanto basta per consentire a un bambino di salire e scendere comodamente da solo, autonomamente. Questa è la principale caratteristica che differenzia un letto montessoriano da un comune letto munito delle classiche sbarre anticaduta.

Il genitore, in questo caso, dovrà aiutare il bambino prendendolo in braccio. Nei lettini tradizionali è comunque prevista la possibilità di togliere le sbarre, l’altezza della struttura del letto insieme a quella del materasso, solitamente resta sempre abbastanza alta per un bambino.

I letti montessoriani come sono percepiti dai bambini?

Un’altra importante caratteristica di questi lettini è la percezione del bambino all’interno della sua stanza. Con un lettino montessoriano, il bimbo cambierà completamente la percezione che possiede del dormire in camera da solo. Dalle sbarre che fanno sentire il piccolo come in una prigione, costringendolo a uno spazio chiuso, passerà a un lettino aperto che gli consentirà di avere una visuale piena della sua camera. In questo lettino potrà avere la completa possibilità e autonomia di salire e scendere sentendosi libero. 

Solitamente, il consiglio degli esperti, è quello di introdurre questo lettino quando il bambino diventa autonomo nel compiere i movimenti e nel camminare. E’ quindi, sconsigliato al di sotto dei 18 mesi. Può essere visto come un mezzo per rendere libero e autonomo il proprio bambino, in ogni momento della vita quotidiana. Dormire da solo nella sua stanza sarà più facile per lui che si sentirà libero di muoversi e avrà la possibilità di vedere bene tutto ciò che lo circonda.

Sicurezza del lettino Montessori

Il letto montessoriano come spiegato da vari esperti, sembra essere abbastanza sicuro se si sistema anche un buon tappeto morbido sotto il letto. Nel caso in cui il bambino dovesse rotolare giù, l’altezza del letto e il tappeto creeranno una sicurezza tale che probabilmente nemmeno lo sveglierà durante il sonno. Compito dei genitori, una volta introdotto il lettino nella cameretta, sarà quello di rendere l’ambiente totalmente sicuro. Basterà eliminare i possibili pericoli in giro per la stanza, mettendo al sicuro il bambino da qualsiasi rischio. Gli esperti consigliano di:

  • coprire tutte le prese di corrente;
  • lasciare gli oggetti su ripiani che siano facili da raggiungere evitando che il piccolo pur di prenderli autonomamente possa arrampicarsi;
  • assicurarsi che tutti i mobili siano stabili;
  • arredare la camera con mobili bassi.

Anche il resto della casa dovrebbe essere messo in sicurezza. Il bambino che si sveglia durante la notte, con molta probabilità si recherà direttamente nella stanza dei genitori per mettersi a letto insieme a loro.

Il lettino Montessori fai da te

Se non vuoi acquistare un lettino Montessori tra quelli presenti in commercio, puoi optare per il fai da te. Sicuramente la versione più pratica ed economica è quella di poggiare un materasso sul pavimento per mantenere il principio di autonomia del bambino, adottato dal metodo Montessori.

In questo caso, ovviamente, sarà bene isolare il materasso dal pavimento con un buon tappeto, con uno spessore considerevole. Inoltre, per limitare i lati in cui il bambino possa rotolare giù, è preferibile posizionarlo in un angolo della stanza così da realizzare un’area dedicata ad accogliere il lettino. Qualsiasi sia la tipologia di lettino Montessori che intendi acquistare o realizzare per il tuo bambino, gli darai la possibilità in ogni caso di acquisire buona parte di autonomia, di dormire libero nella sua stanza.