Ottobre 4, 2022

I tipi di arredamento possibili: l’arredamento moderno

Riuscire ad individuare l’arredamento giusto per la tua casa, oltre che richiedere del tempo, della passione e dell’esperienza, prevede anche la capacità di riuscire a mettere insieme diverse esigenze. Bisogna infatti saper interpretare gli stili, che vanno dalla bellezza estetica fino alla funzionalità pratica e concreta. Bisogna inoltre riuscire a capire quale sia il tipo di arredamento più adatto alle nostre esigenze.
Di fronte alle tante tipologie, l’arredamento moderno si differenzia subito rispetto a quello classico, ed ha come finalità l’obiettivo di alleggerire gli ambienti definendoli in maniera molto più funzionale. Eliminando infatti i mobili pesanti e gli inutili decorativismi, lo stile moderno predilige le linee regolari e pulite. I materiali invece più apprezzati nelle sinergie dello stile moderno sono il legno, gli intagli delicati e il vetro. Lo stile moderno abbraccia tanti stili di nicchia, spesso definiti nello specifico da linee ben progettare. I colori possono inoltre essere neutri e vivaci e possono inoltre essere accostati tra loro con estrema creatività, selezionando un colore unico e vivacemente intenso.

Arredamento contemporaneo: cosa significa cura del design?

’arredamento contemporaneo ha una particolare nota di riguardo nei confronti degli oggetti il cui design è unico e inconfondibile, lontano da linee barocche e vicino a linee sinuose ma secche. Questa tipologia di arredamento si distingue da quello moderno per la velocità con cui riesce ad accogliere le novità dal mondo della progettazione. All’interno di una casa contemporanea, le scelte tecnologiche sono tra le più osservate, nonché all’ordine del giorno, con la finalità di agevolare la vita di tutti i giorni nelle semplici azioni quotidiane. Tutto quello che riguarda l’arredamento contemporaneo, prevede lineamenti stravaganti e luce ridotta all’essenziale, per consentire una giusta atmosfera di relax. Un’interessante declinazione dello stile contemporaneo è lo stile urban, con le sue linee essenziali e morbide. Queste linee si abbinano facilmente ad un gusto industriale e metropolitano. L’arredamento urban è molto diffuso, specialmente nelle grandi città, all’interno delle quali vengono fortemente condizionate dalle abitazioni private e dai commercianti.

L’arredamento minimalista: less is more

L’arredamento minimalista si distingue per i suoi tratti essenziali e fortemente rigorosi. È una tipologia di arredamento che va al concreto, che non fa giri di parole e che trova degli spazi interpretabili attraverso l’ausilio della pietra, del vetro e della plastica. Per l’arredamento minimalista, non è previsto l’impiego di fronzoli, ma cura, praticità e soprattutto una buona dose di libertà. Il bianco e il nero solo solitamente protagonisti di questo stile che si impone con forze all’interno di tante nuove abitazioni.
Per approfondimenti e curiosità visita il sito www.veriaffari.it e scopri la magia dell’arredamento.