Maggio 23, 2022

Trasferirsi negli USA: il costo della vita

Tutti coloro che vogliono vivere e lavorare negli USA sono alla costante ricerca di un avvocato per immigrazione negli Stati Uniti che risulti competente e che sia in grado di aiutarli nell’ottenimento del visto necessario al soddisfacimento dei propri bisogni. Tuttavia, per quanto desiderare di trasferirsi negli Stati Uniti possa essere realizzabile, non occorre cadere nell’errore di partire senza prima fare le corrette valutazioni, alcune di queste vi verranno esposte dall’avvocato, altre invece dovrete trovarle da soli ed è per questo che abbiamo scelto di parlarvi del costo della vita negli USA dove il sistema economico, il sanitario e quello sociale sono diversi ed in mano ai privati, motivo per cui questo significa dover pagare per pressoché tutti i servizi, al di là della loro essenzialità.

Ecco alcuni esempi concreti

Per capire al meglio quali siano le differenze e a quanto può ammontare il costo della vita negli USA, abbiamo scelto di raccogliere i costi di alcune delle attività quotidiane, in modo da permettervi di fare dei paragoni e trarre le vostre conclusioni.
Il primo esempio, forse il più banale ma al contempo uno tra i più interessanti riguarda la possibilità di cucinare a casa e quindi di poter di fatto assicurarsi almeno i due principali pasti giornalieri.

In questo caso, se da un lato gli ingredienti italiani e i migliori marchi sono presenti pressoché in tutte le principali catene di supermercati, dall’altro lato i prezzi di alimenti semplici come le uova, il pane e la frutta possono raggiungere cifre per i nostri standard piuttosto elevate.

Un altro fattore sicuramente essenziale delle proprie giornate riguarda gli spostamenti: sia che scegliate di affidarvi agli efficienti mezzi pubblici, sia che vogliate possedere un’auto vostra dovrete tenere in considerazione le relative spese.

Da un lato, ad esempio, la benzina costa meno rispetto al nostro paese ma l’assicurazione dell’auto è nettamente superiore (la media è di 1.500 euro l’anno anche per auto non particolarmente prestanti).

Così come un abbonamento mensile ai mezzi pubblici arriva a costare anche 90 euro circa, molto più che in Italia.

Per riassumere

Volendo aggiungere ai due esempi concreti sopra effettuati spese riguardanti, ad esempio, lo svago e quindi un abbonamento ad internet (60 euro mensili circa) oppure un pacchetto di sigarette (7 euro), ma anche quelle di affitto, scuola e sanità nel caso in cui abbiate dei figli, sappiate che per una vita moderata in una cittadina media richiede una spesa di circa 2.000 euro al mese, un costo più elevato rispetto a quello della vita in Italia e a cui bisogna ovviare cercando di trovare un lavoro che piaccia e che sia caratterizzato da un buon stipendio.