Maggio 23, 2022

Creare parole con lettere: come farne un gioco divertente? Quali lettere utilizzare?

parole

Imparare e perfezionare la lingua italiana, può anche essere divertente. Durante un viaggio in macchina o durante un pomeriggio di pioggia, ecco qui che è possibile inventare dei giochi divertenti, e al tempo stesso istruttivi. Sarà sufficiente al massimo un foglio di carta con una penna, e aggiungendo tanta fantasia, il divertimento è assicurato. Soprattutto nei bambini piccoli potrebbe essere molto utile insegnare alcune parole e aumentare il loro vocabolario, in modo divertente. Vediamo, dunque, alcuni giochi che è possibile realizzare utilizzando le lettere dell’alfabeto.

Giochi divertenti con lettere

Anagrammi

Il primo gioco, consigliato, consiste nell’individuare una parola e, a turno, creare degli anagrammi. Ad esempio, la parola potrebbe essere scelta da un adulto e i bambini potrebbero indicare, volta per volta, un anagramma. E, per rendere il gioco ancor più stimolante, oltre a indicare l’anagramma, esso dovrà essere inserito anche all’interno di una frase di senso compiuto.

Nomi, cose, città, animali

Stiamo parlando di uno dei giochi più noti degli anni ’90, ma ancora molto utilizzato. Si sorteggia una lettere dell’alfabeto e, essa, dovrà essere l’iniziale per creare una serie di parole da inserire nelle varie categorie prescelte. Ovviamente, ogni parola indicata avrà un punteggio, che sarà maggiore in proporzione all’originalità della parola scritta.

Parole in 1 minuto

Anche per questo gioco occorrerà avere un foglio di carta e una penna. Uno dei partecipanti sceglierà una lettera dell’alfabeto, oppure nel momento in cui tutti i presenti vogliano partecipare al gioco, la lettera potrà essere sorteggiata. Una volta comunicata la lettera, vincerà chi riuscirà a scrivere più parole di senso compiuto che inizino proprio con quella lettera in un minuto.

Vedo con i miei occhi

Un altro gioco potrebbe essere quello di partire sempre da una lettera dell’alfabeto e creare una parola che inizi con essa, indicando un oggetto presente nel campo visivo dei partecipanti. Ovviamente, vince chi individua prima la parola e l’oggetto presente.

La parola più lunga

In questo caso, si fa riferimento a dei giocatori di livello superiore. Il gioco consiste nell’individuare una lettera come iniziale e vincerà chi riuscirà a pronunciare la parola più lunga con quell’iniziale. Ovviamente, la parola deve essere di senso compiuto.

Girotondo di parole

In questo caso si parte da una parola di senso compiuto e si scompone in singole lettere. Un giocatore alla volte indicherà all’avversario il verso nel quale trovare le lettere per formare una nuova parola. Ad esempio, la parola CASA, il giocatore potrebbe chiedere di creare una parola partendo dalla lettera S andando verso sinistra, a quel punto una parola potrebbe essere SACCA. E, così via.

Parole e memoria

Questo gioco richiede fantasia, originalità e memoria. Si parte dalla prima lettera dell’alfabeto, cioè la lettera A, e il primo giocatore indicherà una parola con questa iniziale. I giocatori, a seguire, dovranno non solo ripetere la parola detta dal giocatore precedente, ma affiancarci anche una nuova che abbia come iniziale la lettera successiva dell’alfabeto. Ad esempio, il primo giocatore parte con la lettera A, ad esempio ANCORA, il secondo giocatore, a cui spetta la lettera B, dirà ANCORA BAMBINO, il terzo alle due parole precedenti ne aggiungerà una con la lettera C, e così via. Ovviamente, più si andrà avanti con il gioco e più la memoria diventerà importante, in quanto aumenterà notevolmente il numero delle parole da ricordare.

Quali lettere utilizzare per giocare?

Il consiglio è quello di sorteggiare le lettere, così da avere una varietà di combinazioni, sempre diverse. Potreste scrivere su alcuni foglietti di carta tutte le lettere dell’alfabeto e ritagliandole singolarmente, andarle a inserire in un sacchetto. Man mano, a turno, verrà estratta la lettera per iniziare a giocare.