Dicembre 8, 2022

Vento di nord est: che caratteristiche ha il grecale? Quando soffia?

vento

Il grecale, anche noto come vento di nord est, è un fenomeno periodico che si presenta nelle regioni del Mediterraneo centrale e adriatiche, che soffia sulla nostra penisola arrivando dalla direzione nord-est. Il nome di questo fenomeno metereologico dipende dalla zona in cui si forma, che, secondo la Rosa dei Venti, prende origine dall’isola di Zante, per cui arriva dalla Grecia. Il grecale non è sempre uguale, ma è un tipo di vento che cambia in base alle stagioni, da secco e freddo nei periodi invernali, a caldo in quelli estivi. È un vento che soffia anche in Italia e si riconosce in quanto caratterizzato da raffiche di vento molto forti, che possono raggiungere anche i 150 Km/h.

Vento di nord est: che caratteristiche ha il grecale?

Come anticipato, il grecale è un vento che prende il nome dalla zona dove si origina, cioè l’isola di Zante, quindi in Grecia. Soffia sulla nostra penisola arrivando dalla direzione nord-est, e le sue caratteristiche meteorologiche cambiano in base alle stagioni.

Vento di nord est: che caratteristiche ha il grecale in inverno

Durante l’inverno, il grecale è caratterizzato da raffiche di vento secche e fredde, rispetto all’estate. Spesso la loro intensità è molto forte, tanto da raggiungere anche i 150 km/h. Il grecale arriva nella nostra penisola dopo aver attraversato i Balcani, dunque, attraversa il mar Adriatico e arriva nella parte orientale degli Appennini. Proprio in questa occasione si forma il fenomeno del “muro dello Stau“, tipico delle perturbazioni provenienti da est, che porta a determinare condizioni meteorologiche differenti, come clima freddo con la presenza di  perturbazioni provenienti da est, oppure clima freddo ma asciutto, con assenza di perturbazioni, ad ovest.

Vento di nord est: che caratteristiche ha il grecale in estate

In estate, il grecale presenta caratteristiche molto diverse rispetto ai mesi freddi. Il vento è molto caldo, tanto da influenzare anche l’aumento delle temperature. Il grecale soffia come una brezza marina nelle aree litorali adriatiche e come una brezza di terra nella zona costiera del Tirreno. Le correnti di aria calda che caratterizzano il grecale, danno vita al fenomeno conosciuto come anticiclone subtropicale africano, che si fa sentire soprattutto lungo il versante tirrenico e in Pianura Padana.

Vento di nord est: quando soffia?

Il grecale è un vento che soffia da nord est e e si forma sotto la zona dell’isola di Zante, per cui arriva dalla Grecia. Il suo nome quindi deriva proprio dall’area in cui si origina. Soffia durante tutto l’anno, sia nei periodi estivi che invernali, ovviamente presentandosi con caratteristiche diverse. Il grecale soffia in Italia con maggiore intensità, con raffiche di vento che possono raggiungere anche i 150 km/h di velocità, che prendono il nome di “grecalate”. È un fenomeno che, a causa dell’intensità a cui può spirare, ha anche causato diversi danni nel nostro paese. Il grecale è un fenomeno metereologico facile da riconoscere per le caratteristiche sopra indicate, e non è l’unico vento che soffia in Italia. Tra questi, anche lo scirocco, il libeccio e il maestrale, possono raggiungere la sua stessa intensità.